Home / Mistero / UFO / Entità biologica nei cieli di Miami

Entità biologica nei cieli di Miami

Entità biologica aerea non identificata registrata nei cieli di Miami, Florida

Secondo lo Skywatcher Jeremy Thomas, il misterioso velivolo registrato il 6 Agosto 2015 alle ore 19.00, definito come “anomalia”, sarebbe il classico UFO Ebani.

Un Ebani (Entità biologica aerea non identificata) sarebbe molto simile ad un UFO variabile, poichè questi hanno la peculiarità di cambiare forma durante il loro volo nell’atmosfera.

Alcuni ricercatori, sostengono che questi oggetti rappresentano delle vere e proprie “astronavi o entità biologiche” ma di provenienza extraterrestre.

Polymorphic anomaly1023 Aug. 16 11.45

L’oggetto ripreso dalle due telecamere di Jeremy nella città di Miami in Florida, il 6 agosto del 2015,  si comportava in modo anomalo.

Per “anomalia aerea”, si deve intendere il comportamento “anormale” come si puo’ osservare nell’oggetto avvistato, poiché esso tende a sfidare tutte le leggi della fisica.

Polymorphic anomaly1025 Aug. 16 11.46

 Le telecamere utilizzate dal testimone sono due, la prima è una LG CCD 1/3 “modificata con definizione standard, possiede un obiettivo motorizzato 16 x 160mm con filtro IR (infrarosso) da 950 nm (nanometri). Questa telecamera visibile nella foto in alto a sinistra, possiede un ingrandimento fino a 26x. L’altro apparato,  una telecamera con collegamento IP, possiede un sensore CCD da 5 megapixel in HD con un teleobiettivo  da 1300 millimetri a fuoco fisso e con allargamento da 180x.

Astronavi Biologiche

Nel 1996  Robert Dean, ospite a Roma per un congresso mondiale sugli UFO,  raccontò dei suoi “incontri” con Entità Extraterretri e le loro astronavi, quando era in servizio come Maggiore dell’Esercito degli Stati Uniti, presso lo SHAPE, quartier generale delle Forze Alleate NATO. Robert, per gli amici “Bob”, dichiarò che queste navi aliene, ovvero quelle che noi chiamiamo UFO, erano in realtà Bio-Astronavi,  che funzionavano similmente a “organismi viventi”. La certezza di questa “ipotesi” arrivava da David Adair, consulente tecnologico che ha lavorato presso il sito S3 di Groom Lake nell’Area 51 ed è uno dei pochi testimoni che durante una intervista video, ha confermato i suoi incontri con una astronave aliena e di averne visionato la struttura del motore.

russia_light_cluster

Oltre a David, Bob Dean disse di aver parlato con due piloti della Marina Militare degli Stati Uniti d’America (la Marina gestisce l’impianto di Groom Lake -S4) e di aver trovato conferme, riguardo il fatto che all’interno della struttura, gli esperti, scienziati e tecnici, non sapevano come far volare le astronavi ET.

LE BIO MACCHINE

Il Dr. David Adair, ammette che era giovanissimo e ragazzo prodigio, quando fu messo al servizio del generale Curtis Lemay dell’Air Force nel 1971 a Groom Lake, Nevada (Area- 51). Ascoltando la sua testimonianza di prima mano circa l’avanzata tecnologia aliena e segreti più gelosamente custoditi dai nostri militari, farebbe accapponare la pelle.  Adair spiega come all’età di 17 anni ha costruito un sistema elettro-magnetico al plasma, un vero e proprio motore di contenimento di fusione a razzo ed è stato invitato successivamente da pezzi grossi della Air Force per lanciarlo a White Sands. Questo lo ha portato ad essere un pezzo importante del puzzle all’interno del team di scienziati che opera presso il sito S3 dell’ Area 51 nel Nevada, dove vide lui stesso un motore che era anni luce al di là di qualsiasi cosa sulla Terra. Il tutto rientrava nel programma AST-Advanced Symbiotic Technology, dove i nostro scopo era comprendere la struttura dell’astronave, di come era fatta e come potevamo interfacciarci con essa, insomma dovevamo far volare questi scafi alieni.

UFO4

David dichiara che le astronavi extraterrestri sono sofisticate, si comportano come BIO Macchine reagendo ai pensieri, alle emozioni dei suoi piloti.  Queste astronavi oltre a reagire alle emozioni e ai pensieri, sembrano veri e propri apparati viventi, come persone, riuscendo a captare ogni minima emozione oppure la nostra energia dell’amore.

Sono un ex rapito dagli alieni – racconta David in una video intervista – e sono stato preso a bordo di una nave ET. Loro stessi mi hanno detto, che la nave era un organismo vivente e possiede un vero e proprio ciclo di vita. Queste navi spaziali hanno lo scopo unico di effettuare viaggi interstellari. Ci sono moltissimi modelli e tipologie, oltre al fatto che essendo Bio-macchine possono anche trasformarsi nella loro forma e diventando anche invisibili. I nativi americani hanno una conoscenza approfondita di queste navi e hanno dato un nome per queste: le manisolas.”

flying humanoid (2)

Queste navi hanno la facoltà di manifestarsi  attraverso la griglia morfogenetica della Terra in tutto il loro splendore estetico.

Rammento che il nostro pianeta è una cellula vivente. Secondo il libro Landig, Le Manisola o manisolas, sono stati interpretati in vari modi dalle diverse culture. 

Questo ha anche a che fare con le forme pensiero proiettate. 

Se si studia il terzo e il quarto aspetto dimensionale della geometria sacra, si può vedere che questi sono come mandala,

appunto denominati Manisolas cabalistici della creazione. Sarebbero la rappresentazione dei VORTEX o Vortici di Energia Eterica, e

nergia Onnicreante e onnipresente, insomma la famosa energia VRIL che i nazisti cercavano come fonte inesauribile di energia al posto del petrolio.

Le Manisolas, ovvero “bio-macchine”, sono in primo luogo astronavi (dotate di nano-tecnologia simbiotica quantica)

che si possono interfacciare tra le dimensioni, creando Tunnel Spaziali (Stargate). Una volta creato il tunnel, 

ecco che la bio-macchina si interfaccia con le numerose dimensioni e con con la forza della vita stessa, la forza dell’Amore.

La potente luminescenza creata spesso dalle Bio-Astronavi, è dovuto alla enorme quantitaà di luce emessa dall’apertura dello Stargate.

Le bio-macchine hanno anche a che fare con quelle forze che cercano di imprimere le loro forme-pensiero nella coscienza della Terra e dei suoi esseri collettivi.

Ad esempio le sfere di luce che noi spesso osserviamo, possono essere anche forme pensiero della Terra, ma a volte anche bio-astronavi.

Ecco il video:

Fonte Segni Dal Cielo

About Dario Valeri

Check Also

Quando gli extraterrestri volevano cambiare il destino della Umanità

Gli Extraterrestri volevano cambiare il destino dell’Umanità Antonio Rivera, padre dell’ufologia spagnola, svelò uno strano …