Home / Mistero / Le Enormi Torri scoperte su Marte, sono i segni lasciati da una Antica Civilità Aliena

Le Enormi Torri scoperte su Marte, sono i segni lasciati da una Antica Civilità Aliena

In una recente ricerca che è stata eseguita sulle immagini di Marte, si possono osservare alcune enormi strutture piramidali fotografate dalla sonda spaziale Mars Global Surveyor, (che ha mappato la superficie del pianeta rosso dal 1997 al 2006) scomparsa misteriosamente e quindi perdendo i contatti con la NASA-JPL di Pasadena.

In una delle immagini-mappa tratte appunto dalla sonda MGS, si possono osservare misteriose strutture di origine ignota. Questa volta le strutture ignote, sono diverse dalle altre.

Ciò che è stato trovato nella zona di Marte chiamata “Terra Meridiani“, è qualcosa di incredibile, ovvero, una serie di enormi torri piramidali che per le loro caratteristiche peculiari, sembrano essere di evidente origine artificiale. Le torri marziane dovrebbero avere un’altezza stimata di circa 1000-1500 mt.

Nella seguente video-analisi realizzata da Mundodesconocido, vi mostriamo tutti i fatti e le prove incredibili, così come i modelli 3D animati che consentono di valutare correttamente tutto quello che si nasconde in questa porzione di zona marziana, chiamata Terra Meridiani.

Queste immagini sembrano così precise nel dettaglio, che sono precisi anche nella distanza tra ciascuno di queste strutture. Questa precisione è così perfetta che gli scienziati della NASA si sono posti alcune domande, o comunque chiedersi se queste torri enormi non si sono formati naturalmente, ma al contrario da qualcuno che ha lasciato queste strutture da scoprire in futuro. Insomma, come se si cercasse di fornire qualche messaggio speciale.

Ovviamente la NASA ha successivamente messo tutto a tacere.

Fonte.

Vi lasciamo al video in lingua originale che ha studiato questo fenomeno:

 

About Dario Valeri

Check Also

La fisica di Interstellar: I cunicoli spazio-temporali: i worm-holes

La Fisica di Interstellar. I cunicoli spazio-temporali: i worm-holes. Iniziamo il terzo capitolo di questo …