Home / Scienza / Avvelenati di alluminio per le scie chimiche

Avvelenati di alluminio per le scie chimiche

Famoso scienziato conferma: “gli esseri umani sono stati avvelenati da particelle di alluminio tramite le Scie Chimiche” 

Un famoso scienziato chimico nucleare ha pubblicato un documento che conferma come gli esseri umani, tutta la biosfera terrestre,

siano stati avvelenati da particelle di alluminio, irrorate attraverso le chemtrails o scie chimiche (geoigegneria).

Il Dr. Marvin Herndon, afferma che ci sono prove di un programma segreto di geoingegneria del governo USA e comunque della NATO,

in cui vengono iniettate nella stratosfera particelle di metalli pesanti, attraverso Aerosol in atmosfera, che sono ovviamente pericolose per la salute umana.

Come riferito dal sito web Wakingscience.com  “Il Dr. Marvin Herndon, chimico nucleare, geochimico e cosmochimico, 

noto per avere ricavato la composizione del nucleo interno della Terra,  ha pubblicato un documento innovativo nel peer -reviewed della rivista Current Science

(Accademia delle Scienze indiana) dal titolo “avvelenamento da alluminio dell’Umanità e comunque della biosfera della Terra, g

razie all’attività di geoingegneria clandestina: implicazioni per l’India“.

geoingegneria

L’abstract è formulato come segue: “A seguito di un articolo su Current Science , in cui si è capita l’associazione geologica di elevata mutevolezza

dell’alluminio con la salute umana nella Pianura alluvionale del Ganga, (India)

descrivo le prove di attività di Geoingegneria clandestina che si sono verificate per almeno 15 anni e che sono aumentate notevolmente negli ultimi due anni.

L’attività non naturale di geoingegneria tramite irrorazioni chimiche da parte di aerei tanker-jet, viene distribuita attraverso sostanze tossiche nell’atmosfera della Terra.

Di conseguenza l’acqua piovana libera l’alluminio (altamente mobile) nella pianura.

Inoltre, vi presento la prova che la sostanza tossica volatile si trova nella cenere della combustione del carbone.

La dispersione clandestina di ceneri leggere e la liberazione risultante di alluminio altamente mobile,

è una causa dell’aumento diffuso e pronunciato delle malattie neurologiche e respiratorie,  così come la debilitazione attualmente diffusa e

crescente dell’ecosistema terrestre. I consigli sono dati per verificare e accertare se le prove presentate qui,  sono applicabili nell’ambito della Pianura alluvionale del Ganga. “

Il documento prosegue il dibattito e cita pubblicazioni scientifiche in cui viene rivelato come sono stati registrati metalli pesanti come l’alluminio, bario, stronzio,

e altre sostanze nell’acqua piovana, ceneri volanti, e altro ancora. Ad esempio, nel periodo compreso tra luglio 2011 e novembre 2012,

73 campioni di acqua piovana sono stati raccolti e analizzati per l’alluminio e bario; 71 sono stati raccolti da 60 diversi sedi in Germania, 1 dalla Francia, e 1 dall’Austria.

L’Alluminio è stato rilevato nel 77% dei campioni di acqua piovana, vi era anche una elevatissima concentrazione di bario

e una concentrazione molto elevata di stronzio. Si dibatte anche del fatto che queste concentrazioni di metalli non sono il risultato di fenomeni naturali,

come le esplosioni vulcaniche, per esempio. Questa non è l’unica pubblicazione innovativa recente che proviene dal mondo accademico per quanto riguarda questo fenomeno.

Qualche mese fa, la Dr. Rose Cairns, PhD, che appartiene alla University of Leeds School of Earth and Environment, ha pubblicato un documento nel peer-reviewed del

Geophysical Journal dal titolo “I climi da sospetto: narrative di cospirazione ‘scie chimiche’ ed politica internazionale della geoingegneria. “e inoltre nel governo attualmente

svolgono attività di ricerca sulla geoingegneria come parte di un progetto di collaborazione multidisciplinare tra Sussex University, UCL, e Oxford University – ( http://geoengineering-governance-research.org/ ).

geoingegneriai

Il progetto prende in esame le implicazioni sociali, etiche, politiche e la proposta di geoingegneria del clima. ( Fonte )

Nel suo documento, descrive gli sviluppi nel discorso tradizionale accademico e politico per quanto riguarda la geoingegneria, e sulla modificazione del clima,

si discute anche sulla parte dei cittadini del mondo (che usano il termine “scie chimiche”), sta avendo effetti ecologici e sanitari devastanti in tutto il mondo.

Secondo il documento vi è bisogno di “Capire la politica emergente sulla geoingegneria, sostiene di prenderla

sul serio per quanto riguarda l’importanza della partecipazione del pubblico, richiede una comprensione di tutto il paesaggio discorsivo intorno alle idee

di controllo del clima globale – tra cui le idee marginali di quelle in possesso degli attivisti sulle scie chimiche.

Ignorare o respingere questi discorsi in mano come patologiche o paranoiche, significa ignorare la rivelazione di intuizioni circa la politica emergente di geoingegneria. ” (fonte)

Inoltre menziona anche che: “Questa analisi suggerisce una serie di modi in cui la narrazione delle scie chimiche

può contenere importanti intuizioni e le implicazioni per la politica emergente di geoingegneria che non può essere scartata a priori come ‘paranoide’ o ‘patologica’.” (Fonte )

Anche se la dottoressa Rose non è una sostenitrice del “complotto delle scie chimiche,” è bello vedere un documento

pubblicato da un accademico che ha un punto di vista neutrale, riconoscere l’importanza di queste affermazioni piuttosto che licenziarle a titolo definitivo.

La differenza fondamentale è che la geoingegneria nel regno accademico è strettamente una proposta,

e che questi mezzi di ingegneria del clima della Terra non sono ancora operativi.

Quando si tratta dei sostenitori delle “scie chimiche”, invece credono che siano già operativi,

così come pensa l’accademico descritto all’inizio di questo articolo, insieme a molti altri.

La verità è che sembra che ci sia un enorme quantità di informazioni che suggeriscono che questi programmi sono effettivamente operativi.

Se il loro intento è quello di modificare il clima per combattere gli effetti del riscaldamento globale,

o per favorire qualche altro tipo di ordine del giorno, non è ancora chiaro.  Prove che suggeriscono che questi programmi sono già operativi:

“Negli ultimi anni c’è stato un calo del sostegno alla ricerca della modificazione del clima,

e la tendenza è di passare direttamente a progetti operativi.” –

World Meteorological Association ( fonte ) “Oltre ai programmi specifici di ricerca sponsorizzati da Agenzie Federali,

ci sono altre funzioni relative alla modificazione del clima che vengono eseguite in più punti del piano esecutivo.

Vari comitati consultivi federali e comitati con il loro personale – hanno condotto e istituito studi approfonditi al fine di elaborare relazioni,

di dare consigli o raccomandazioni, o per coordinare i programmi di modificazione del clima –

sono stati alloggiati e supportati all’interno di esecutivi dipartimenti, agenzie o uffici “. ( fonte )

Articolo originale di Sean Adl-Tabatabai

About Dario Valeri

Vedi anche

Misteriosa anomalia! Scoperta una frattura nel campo magnetico terrestre

Misteriosa struttura scoperta sotto l’Anomalia del Sud Atlantico!! Una “Frattura” nel Campo Magnetico preoccupa gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *